Ma il Turismo Sostenibile esiste davvero?

Prima di tutto: che cosa significa fare turismo sostenibile?

La definizione che troviamo online è spesso questa: Il turismo sostenibile non danneggia l’ambiente e le comunità locali, ma contribuisce all’economia del luogo di destinazione.

Spesso però non ci rendiamo conto dell’impatto del turismo nei luoghi destinati alle vacanze e della quantità di rifiuti, emissioni dannose che vengono prodotti annualmente. Facile poi cadere nell’ Overtourism: un fenomeno di sovraffollamento delle destinazioni turistiche popolari che crea grandi problemi al turista, alla comunità locale e all’ambiente. Una delle cause è la chiusura delle aziende negli stessi periodi dell’anno e il sovraffollamento presso mete rinomate.

boardwalk, crowd of people, people walking

Le problematiche maggiori sono le difficoltà di movimento, inquinamento acustico, code interminabili etc. Le località sono congestionate e gli affitti raddoppiati. Peggiora la viabilità e aumentano i rifiuti, a guadagnarci sono spesso le grandi catene alberghiere.

Il turismo solidale, ambientale e  un turismo che tiene conto dell’aspetto economico, ambientale, sociale. Noi crediamo sia l’unica forma di turismo possibile per preservare le bellezze del nostro pianeta.

La nostra sfida nei prossimi mesi sarà quella di dare spazio a luoghi naturali e artistici in Italia, per avere sempre un’alternativa alla classica vacanza in Riviera.

Nuove soluzioni e diverse situazioni ambientali allo scopo di promuovere e sovvenzionare nuove realtà.

person, hiker, peak

Ma come agisce un turista solidale ed ecologico quando va in vacanza?

  1. Mangia cibo locale in ristoranti tipici
  2. Utilizza il servizio pubblico di trasporto
  3. Soggiorna presso Hotel familiari locali
  4. Valorizza le risorse del posto, evita di toccare risorse naturali o estirparle
  5. Non inquina

Certificazioni e rating garantiscono che la struttura e la destinazione e il turismo siano sostenibili. Stay for the planet (di Lifegate) – strutture alberghi si propongono con azioni concrete (riciclaggio, comportamento sostenibile, efficienza energetica).

La famosa certificazione Bandiera Blu: dedicata alle attività costiere, si impegna alla gestione sostenibile e all’educazione (es. cartelloni su fauna locale, come gestire i rifiuti etc).

Hai un’attività turistica sostenibile in Italia e vuoi farcelo sapere? Contattaci: redazione@greensapiens.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *