20 Maggio, giornata nazionale degli insetti impollinatori: salvaguardarli attraverso “Bee the future”.

Gli insetti  impollinatori svolgono in natura un ruolo vitale come servizio di regolazione dell’ecosistema. Proteggere questi insetti, in particolare api e farfalle è fondamentale, perché svolgono un importante ruolo nell’impollinazione di una vasta gamma di colture e piante selvatiche.

La maggior parte delle piante in agricoltura necessita degli insetti per l’impollinazione. A causa di alcune scelte come la monocultura, l’eliminazione delle siepi e l’impiego dei fitofarmaci, nonché l’alterazione e la frammentazione delle aree naturali, l’ambiente è divenuto inospitale per la maggior parte di questi insetti. Le ripercussioni che ciò avrà per gli ecosistemi del pianeta nei prossimi anni potrebbero essere molto gravi.

Ma arrivano anche buone notizie, Il 20 maggio sarà la Giornata mondiale delle api, e sulla scia del progetto Bee the Future (nato nel 2018), per tutelare gli insetti impollinatori, si aggiunge nuova iniziativa volta a tutelare l’ecosistema nel verde urbano. Il progetto vede insieme Eataly, Slow Food e Arcoiris , con l’obiettivo di donare almeno 10 milioni semi biologici in tre anni.

Altro progetto pilota quello portato a Milano da Eataly Smeraldo che, oltre ad aver confermato fino al 2023 l’impegno nell’adozione e cura delle quattro aiuole di Piazza XXV Aprile, già coltivate con una selezione di fiori e piante mellifere per la salvaguardia delle api, si è impegnato per il 2021 con il Comune di Milano nella riqualificazione di altre aree verdi
(fonte ANSA).

Il progetto Bee the Future vuole ripartire dalla terra e dall’agricoltura attraverso un impegno di tre anni e un lavoro di semina che riguarderà 100 ettari in Italia, con i fiori amati dalle api: questa sfida, oggi, ha già raggiunto circa 50 ettari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *