Solo il 12% delle Praterie nel mondo è area protetta

Parliamo della pampa, della savana, delle steppe della Mongolia, delle pianure in Nord America. Questi luoghi hanno un ecosistema basato su pastorizia, raccolta di piccoli frutti e animali selvatici.

Eppure gli occhi sono puntati solo sulle foreste, ma non dobbiamo dimenticare che queste zone (circa il 54% delle terra) sono a rischio e minacciate costantemente dalla conversione a terreno agricolo.

Questi dati sono frutto di un ambizioso progetto, l’atlante delle praterie, creato in collaborazione con L’ International Livestock Research Institute, l’International Union for Conservation of Nature , il WWF, lo UN Environment Programme, l’International Land Coalition e con il contributo della FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations).

L’atlante inoltre, mostra che negli scorsi 3 secoli più del 60% dei territori selvaggi e dei boschi è stato convertito: un’area più grande del Nord America e un’area approssimativamente della dimensione dell’Australia (7,54 milioni di km2) è ora utilizzata per le coltivazioni. (fonte Ansa).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *