Minimalismo e sostenibilità: 3 consigli per semplificarsi la vita.

Scrivere di minimalismo senza cadere nei soliti clichè non è facile ma la definizione che crediamo sia più idonea è quella di una scelta quotidiana consapevole rispetto alle cose e alle persone a cui permettiamo di entrare nelle nostre vite. Il minimalismo si articola dunque in una assunzione di consapevolezza in relazione agli oggetti che possediamo, permettendoci di lasciare andare quello che non ci piace o che non è utile. La magia accade quando, dopo aver fatto dei cambiamenti postivi, ci chiederemo come sia possibile non essercene resi conto prima: la gestione quotidiana ci apparirà molto più semplice, regalandoci il tempo necessario per raggiungere i nostri obiettivi personali e professionali.

Minimalismo è chiaramente anche sostenibilità, ecco quindi 3 benefici che può portare alle nostre vite e all’ambiente.

  • Chiarezza

Viviamo in un mondo disattento dove regna l’idolo del multitasking e dove le nostre agende sono fitti elenchi di cose da fare. Essere più consapevoli verso ciò che si possiede e di come si trascorre il tempo, riducendo all’essenziale averi e impegni, ci aiuta a sviluppare maggiore concentrazione ed attenzione rendendoci più efficienti in ciò che stiamo facendo. Quando scegli in maniera intenzionale le tue priorità, alleni la tua capacità di mantenere la concentrazione per raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissato.

  • Ecologia

Il primo step è sempre la minimizzare. Evitate di creare spazzatura, che sia riciclabile o meno, evitando di comprare prodotti inutili, e concentrandoci solo sull’utile e sul necessario. La prossima volta che sarete al supermercato, pensate a tutti i prodotti che state comprando, ed alla spazzatura che ne deriverà. E pensate che solo una piccolissima parte, a causa della contaminazione, verrà riciclata. Vi servono davvero tutti questi prodotti? Dovete ogni volta riempire il carrello, comprando cibo che andrà in dispensa, vestiti che vi metterete sì e no ogni tanto? C’è qualcosa che potete evitare di comprare?

  • Libertà

Consumare meno = Sprecare meno = Risparmiare =Libertà

Libertà finanziara, quindi libertà professionale e quindi libertà personale. Si tratta di poter fare delle scelte personali avendo anche maggiore sicurezza finanziaria e perseguendo i propri obiettivi.

Attenzione a non cadere nell’errore di svegliarsi una mattina e buttare via tutto: questo comportamento non è assolutamente sostenibile oltre che irragionevole. Questo percorso comporta la necessità di procedere per gradi, un passo dopo l’altro.

2 pensieri riguardo “Minimalismo e sostenibilità: 3 consigli per semplificarsi la vita.

  • 19 Novembre 2021 in 15:53
    Permalink

    Ciao grazie dell’articolo. Lo farò leggere a mia figlie e a mia cognata che ne hanno bisogno. Complimenti per il vostro lavoro!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *